Troppo rumore in moto? Dai caschi insonorizzati agli interfono, le principali soluzioni

Chi va sulle due ruote da tempo finisce per farci l’abitudine: il troppo rumore in moto, però, può risultare davvero fastidioso per chi è alle prime armi o si è sempre spostato in macchina o coi mezzi pubblici e non ha ancora imparato a fare i conti con clacson, frenate, altri veicoli che sfrecciano, rumori esterni. Rumori che già quando ci si sposta in città possono creare stress, renderla meno agevole o incidere sulla concentrazione alla guida, figuriamoci quando si deve viaggiare per ore e ore, magari su autostrade o strade ad alta velocità. La buona notizia è che ci sono delle soluzioni contro l’eccessivo rumore in moto e, nella maggior parte dei casi, si tratta di soluzioni poco dispendiose e assolutamente pratiche.

Alcune soluzioni contro troppo rumore in moto (che disturba la guida)

Quasi sempre, per esempio, basta un buon casco per attutire i rumori alla guida. La maggior parte dei caschi omologati che il motociclista è obbligato a indossare in strada, specie se dotati di paraorecchie, hanno infatti un’imbottitura che, oltre a contribuire ad attenuare i colpi in caso di caduta e a essere traspirante, filtra i rumori e rende più confortevole stare al volante. Il discorso vale in particolar modo se si è acquistato un casco integrale o un casco modulare che, di fatto, sono tra le soluzioni migliori contro inquinamento acustico e troppo rumore in moto e il miglior modo per assicurarsi il massimo della protezione, non solo in caso di incidenti, ma anche da distrazioni di vario genere mentre si è alla guida.

Anche un interfono, come quelli che si trovano su https://interfonomoto.net/ e altri siti simili, potrebbe essere un utile rimedio contro l’eccessivo rumore in moto. Si tratta di oggetti pensati originariamente, come suggerisce lo stesso nome, per mettere in comunicazione chi guida la moto con il passeggero – spesso, infatti, i rumori esterni sono tanto forti da rendere impossibile qualsiasi tipo di conversazione, anche nonostante la stretta vicinanza tra chi è al volante e chi sta sul sellino posteriore della moti – ma, anche, per permettere di contattare facilmente altri motociclisti che usino lo stesso sistema, quando si viaggia in gruppo per esempio, senza contare che soprattutto gli interfono moto più moderni permettono di fare telefonate o hanno connessioni Bluetooth grazie a cui possono essere collegati con il proprio smartphone. Questi stessi oggetti, però, possono diffondere musica all’interno del casco – o dei caschi, se si sincronizza oltre a quello del guidatore anche il casco del passeggero – e in questo modo aiutare ad attutire i fastidiosi rumori mentre si è alla guida: attenzione soltanto a scegliere la musica giusta, che aiuti a concentrarsi e non sia invece una distrazione in più.

La soluzione più semplice contro il rumore in moto, adottata da sempre dai centauri vecchio stampo e soprattutto per le partenze in moto o quando si devono percorrere diversi chilometri di seguito sulle due ruote, rimane comunque i tappi per orecchie: si trovano facilmente in farmacia, hanno un prezzo davvero modico e l’unica cosa a cui fare attenzione è che calzino comodi abbastanza per essere utilizzati anche per diverse ore di seguito.

Loading...