Automobili: acquisti in stallo, cresce il noleggio a lungo termine

Sempre più persone sostengono che il noleggio a lungo termine possa essere il futuro per quel che riguarda le esigenze private, tuttavia i dati registrati negli ultimi tempi lasciano immaginare che questa realtà si sia già consolidata in modo importante.

Noleggio a lungo termine: ieri e oggi

Come si può intuire dal nome, il noleggio a lungo termine è una formula che prevede il noleggio di un determinato veicolo per un lasso di tempo piuttosto importante, che viene fissato da contratto.

Storicamente, quest’opportunità è sempre stata colta soprattutto dalle aziende, che preferivano (e preferiscono tutt’oggi) noleggiare i veicoli necessari per lo svolgimento dell’attività lavorativa piuttosto che acquistarli, anche per via di interessanti vantaggi fiscali.

I punti di forza del noleggio, tuttavia, non si limitano alla deducibilità dei costi: essi sono tantissimi e per questo motivo sempre più privati, quindi famiglie o persone che necessitano di un’auto per le loro esigenze quotidiane, hanno iniziato ad interessarsi a tale formula.

Oggi nei siti Internet di società specializzate come www.facilerent.it si possono trovare tante auto perfette per esigenze private e familiari, e ciò è emblematico del fatto che a domandare questi servizi non siano più esclusivamente aziende.

Le statistiche sul fenomeno: i dati di ANIASA e DataForce

Ma che cosa dicono i dati a tale riguardo? Anche le statistiche lasciano ben poco spazio a dubbi, a cominciare da quelle di ANIASA, Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici, presentati sul relativo sito Internet ufficiale nel mese di gennaio.

Secondo ANIASA il mercato delle automobili versa in una situazione di stallo: nel 2019 si è infatti registrata una crescita esigua, pari appena al +0,3%, peraltro solo l’elevato numero di acquisti eseguiti nell’ultimo mese di tale anno ha permesso di evitare un segno negativo.

Per contro, il mondo del noleggio a lungo termine gode invece di una grande floridità, con un +7,7%: il dato è oggettivamente interessante ma risulta ancor più netto laddove lo si confronti, appunto, con la situazione relativa agli acquisti di auto.

Una conferma ulteriore di quest’andamento, che vede soffrire il mercato delle automobili ed avanzare in modo notevole ciò che concerne il noleggio a lungo termine, proviene da DataForce, società tedesca che ha elaborato alcune statistiche relative all’Italia sulla base di dati messi a disposizione dal Ministero delle Infrastrutture e dall’ACI.

I dati elaborati da DataForce sono pressoché analoghi a quelli presentati da ANIASA: il mercato delle automobili cresce in modo impercettibile, esattamente del +0,29%, mentre per il noleggio a lungo termine il 2019 si è chiuso con un più che incoraggiante +8,99%.

Perché optare per il noleggio a lungo termine è così conveniente?

In un futuro, dunque, saremo tutti alla guida di un’auto a noleggio? Ovviamente prima che si configuri una situazione simile dovrà passare molto tempo, ma il cambio di rotta risulta evidente e i vantaggi che il noleggio a lungo termine sa garantire sono piuttosto palesi.

L’elenco è lungo: anzitutto in questo modo si può evitare la grossa spesa necessaria per l’acquisto del veicolo, spesa che sul piano puramente economico non è affatto un buon investimento in quanto le auto svalutano molto presto una volta utilizzate.

Con il noleggio a lungo termine tutte le spese gestionali del mezzo (assicurazioni, bollo, revisioni ecc.) sono a carico della ditta noleggiatrice, il cliente deve preoccuparsi solo del pagamento del canone e dell’acquisto del carburante, inoltre questa formula consente di pianificare le spese personali in modo preciso e senza imprevisti.

Nel caso in cui l’auto dovesse guastarsi, infatti, le spese sarebbero comunque a carico della società noleggiatrice, la quale provvederebbe anche a fornire un mezzo sostitutivo dalle analoghe caratteristiche.

Loading...