Come noleggiare una Audi a lungo termine

Ormai da alcuni anni anche in Italia è possibile noleggiare un’auto con la formula del noleggio a lungo termine. Il cliente ha la possibilità di guidare un’auto nuova senza acquistarla, come ci propongono sul sito Leaseplan. Si tratta di un’opportunità molto interessante, visto che per attivare il noleggio non serve avere a disposizione ingenti somme di denaro e che il costo del canone mensile è solitamente basso, si parla di poche centinaia di euro, anche per chi decide di noleggiare una Audi.

Il noleggio a lungo termine: facciamo chiarezza
Nonostante si tratti di un’offerta disponibile da alcuni anni, sono ancora molti gli italiani che non hanno ben chiaro cosa sia il noleggio a lungo termine. In pratica si contatta una compagnia di noleggio, si sceglie un’auto (marchio e modello) e la si ottiene nuova, solitamente in un ristretto periodo di tempo. In fase di richiesta si stipula un contratto di noleggio, della durata di alcuni anni a partire da 2-3. In seguito il cliente ha l’utilizzo esclusivo del mezzo per tutto il periodo di durata del contratto, senza doversi preoccupare delle spese di manutenzione, il cui pagamento è compreso nel canone mensile di noleggio.

Conviene davvero?
Visto l’elevato numero di soggetti che ha preferito il noleggio all’acquisto, possiamo sicuramente dire che questo tipo di contratto offre dei vantaggi, il primo fra tutti riguarda la sua convenienza e la possibilità di dimenticarsi di qualsiasi spesa concernente l’automobile. Quando acquistiamo una Audi siamo costretti ad una importante spesa iniziale, spesso nell’ordine di alcune decine di migliaia di euro; oltre a questo dovremo subito pagare il bollo (ossia la tassa di possesso), da rinnovare ogni anno, così come la polizza di assicurazione per la responsabilità civile. Con il noleggio a lungo termine tutte queste spese non sono necessarie, anche perché l’auto non passa di proprietà, ma rimane della compagnia che ce la noleggia.

Quanto costa noleggiare
I costi da effettuare in prima battuta sono minimi; la maggior parte delle compagnie richiede un piccolo acconto, nell’ordine dei 2.000/3.000 euro, quindi il cliente pagherà un minimo canone mensile per l’intera durata del contratto. Per qualsiasi tipo di manutenzione, ordinaria e straordinaria, non è necessario pagare nulla: ci penserà la compagnia, ossia il reale proprietario dell’auto. In pochi giorni e sborsando cifre minime è possibile cominciare ad utilizzare un’Audi, del modello che si preferisce, come da elenco disponibile sul sito della compagnia di noleggio. Per i tagliandi, i controlli, le riparazioni, non si deve pagare nulla; l’unica spesa extra riguarda il carburante, che ognuno acquista quando gli è necessario.

E al termine del contratto
Al termine del contratto il cliente può decidere di riconsegnare l’auto alla compagnia di noleggio, senza doversi preoccupare di ulteriori spese. In tale sede potrà valutare l’eventualità di cominciare un nuovo contratto, per una nuova vettura. Oppure può acquistare l’auto che sta usando da anni, che però è ormai usata, quindi ha un valore non tanto elevato quanto il primo giorno. La compagnia richiederà un valore pari a quello di mercato per l’usato.

Loading...