Cadillac CT6 V-Sport: prestazioni da pista senza rinunciare a comfort e lusso

Cadillac CT6 V-Sport

Lo scorso Salone dell’Auto di New York ha visto tra i nuovi modelli il debutto di un vero gioiello made in USA, vale a dire la nuova Cadillac CT6 V-Sport, destinata a rivoluzionare il comparto delle berline sportive americane di alto livello.

Caratterizzata da linee muscolari e da grandi volumi, che sono da sempre il tratto distintivo della casa costruttrice di Detroit, la nuova berlina di Cadillac è il simbolo di una netta virata da parte di General Motors verso il comparto delle sportive senza compromessi, a cominciare proprio dagli studi aerodinamici che ne hanno caratterizzato il design.

Linee da coupé per una vettura da alta gamma

L’obiettivo dei progettisti era di creare un modello di Cadillac che strizzasse da un lato l’occhio agli appassionati delle sportive, ma dall’altro non snaturare l’essenza di una vettura lussuosa e imponente.

Di qui la grande presa d’aria anteriore su cui troneggia il logo della Casa, così come lo splitter della parte inferiore del muso, le minigonne laterali e i quattro scarichi che completano il profilo posteriore della nuova Cadillac. Il tutto unito a cerchi sportivi da 20 pollici fumé che si intonano al nero brillante della carrozzeria.

 Alta tecnologia a portata di mano

All’interno della vettura si apprezza invece l’aspetto da berlina super-lussuosa che caratterizza l’altro lato della sua anima: infatti un sofisticato dispositivo per l’intrattenimento di bordo con uno schermo touch screen da 10 pollici fa bella mostra di sé al centro della plancia, assieme ai dettagli del tunnel del cambio in fibra di carbonio.

Per facilitare le operazioni di manovra di questo gigante della strada è di serie invece uno speciale specchietto retrovisore digitale, dotato di retrocamera che registra immagini a 360 gradi, eliminando così il problema dei lati ciechi della vettura.

Completa la dotazione tecnologica il Park Assist, un sistema di frenata di emergenza autonomo e la funzione di riconoscimento dei pedoni.

La prima volta di un motore biturbo per la Casa di Detroit

Ma la vera rivoluzione di questa nuova Cadillac sta sotto il cofano: infatti per la prima volta nella storia del colosso americano è stato creato un motore biturbo V8 da 4,2 litri, il quale eroga una potenza pari a 550 CV.

Una vera e propria bestia da competizione, che grazie alla doppia sovralimentazione è in grado di assicurare una coppia massima pari a 850 Newton per metro, a un regime di giri compreso tra 2.000 e 5.200 giri al minuto, che danno alla vettura il suo carattere da sportiva senza compromessi.

Per frenare la potenza del motore Cadillac è stato inserito un impianto frenante Brembo con dischi da 19 pollici e pinze a 4 pistoncini, specificatamente progettato dalla ditta italiana per questo nuovo modello della Casa di Detroit.

Oltre al primo motore bi-turbo della storia di Cadillac, sono disponibili altri propulsori, che se paragonati al V8 divengono molto modesti, ma che comunque garantiscono prestazioni elevate.

Stiamo parlando nello specifico di un 2 litri turbo da 265 CV, di un motore da 3.600 centimetri cubici V6 aspirato da 335 CV e di u ulteriore bi-turbo V6 da 3 litri della potenza pari a 400 CV: tutti propulsori in grado di spingere a dovere il muscoloso chassis di questa super-berlina di lusso.

Loading...